La Piazza di Cestello è una piazza di Firenze dominata dalla facciata della chiesa di San Frediano in Cestello, dalla quale prende il nome. La chiesa è molto antica, del XII secolo, ma il suo aspetto attuale risale al periodo tra la fine del XVII, quando vi arrivarono i monaci cistercensi, e il primo XVIII, quando fu completata la decorazione con la cupola di Antonio Maria Ferri.

La piazza è dominata dalla mole della chiesa e vi si accede dal Lungarno Soderini, da via Cestello e da via del Piaggiane, il cui nome ricorda come un tempo questi luoghi degradassero verso il fiume quasi a formare una sorta di spiaggetta.

Il nome Cestello deriva dai monaci cistercensi, detti anche frati del cestello. Anticamente si chiamava Piazza dell'Uccel Grifagno, perché qui esisteva un tiratorio dell'Arte della Lana con tale curioso nome.
Nel 1695 fu costruito dall'architetto Giovan Battista Foggini, per volontà del Granduca Cosimo III de' Medici, il Granaio dell'Abbondanza al fine di provvedere alla conservazione del grano in tempo di carestia. Questo edificio fu poi amministrato dal Magistrato dell'Annona e, nell'Ottocento, divenne Panificio militare, prima di diventare sede della Caserma Cavalli, funzione che ricopre tutt'oggi.

Il quartiere di San Frediano è uno dei pochi del centro storico che sia riuscito a mantenere un verace aspetto rionale tipicamente fiorentino, insererndosi negli ultimi anni, vista l'apertura dei molti locali, nella night life fiorentina.

© Cestello Ristoclub   |   tel. +39 055 264 536 4   |   mail. info@cestelloristoclub.com